BLOG gratuito - REGISTRATI!





I controlli non distruttivi: ecco come migliorare la qualità

L'attività di controllo non distruttivo è fondamentale in fase di costruzione, anche per capire quali saranno le reazioni del materiale stesso. È necessario dunque controllare nel migliore dei modi gli impianti sia in fase di costruzione che di sviluppo. In questo modo sarà possibile capire quali sono i difetti di produzione e dove intervenire.

Il controllo radiografico sui materiali

Uno dei controlli maggiormente utilizzati è quello dei controllo radiografici. Il principio è lo stesso utilizzato in campo medico. Infatti un fascio di onde radioattive va ad attraversare l'oggetto. La lastra farà variare la scala di grigi e in questo modo si avrà la possibilità di capire quali saranno i difetti presenti. I vantaggi sono molti, anche perché c'è un alto grado di affidabilità. In questo modo è possibile capire nel migliore dei modi come intervenire sui vari difetti. Inoltre i tempi di controllo sono notevolmente abbattuti. In caso di oggetti particolarmente complessi, non sarà assolutamente facile capire quali sono i difetti. L'opacità, dunque, potrebbe creare diversi problemi dal momento che non sarà possibile effettuare al meglio i raggi.

I controlli ultrasonori

Anche questa tecnica è molto utilizzata per poter capire al meglio quali sono i difetti e intervenire in fase di sviluppo. Sono molto utili in quanto hanno un buon riscontro con la materia solida e l'elasticità e la porosità dei materiali permette un riscontro immediato. Solitamente vengono utilizzati per i controlli di saldature e placcature, ovvero i punti di raccordo. Sono un metodo vantaggioso, anche perché si può addirittura capire quale sia la profondità o meno del difetto. In caso di produzioni particolari, non sarà semplice attuare questo procedimento ed inoltre non è un controllo che possa garantire su tutta la superficie una notevole copertura.

I controlli magnetoscopici

Questo tipo di controlli vengono effettuati sugli elementi ferromagnetici. L'attrazione delle particelle ferromagnetiche metterà in risalto la presenza o meno di difetti. Questa tecnica è molto utile per chiunque voglia controllare un pezzo senza dover aspettare troppo ed è applicata in zone difficili da raggiungere. Gli svantaggi riguardano i difetti profondi: in caso l'imperfezione sia posta all'interno o a molta distanza dalla superficie, direttamente sarà verificabile e raggiungibile. La Centrotest, azienda leader nel settore, mette a disposizione tantissimi test non invasivi per poter capire meglio quali sono i difetti dei materiali. Sul sito Centrotest.com sarà possibile trovare tutti i servizi messi a disposizione del cliente.


BLOG gratuito - REGISTRATI!