BLOG gratuito - REGISTRATI!





Pantaloni per sport Outdoor
Pantaloni per sport Outdoor

Pantaloni per sport Outdoor: ecco come sceglierli

Quando scegliamo dei capi di abbigliamento, pensiamo spesso e volentieri ad una questione puramente estetica. Infatti scegliamo i vestiti per colore, per abbinamento, per materiale magari. Questi criteri di scelta, più che corretti quando stiamo scegliendo dei vestiti per la vita di tutti i giorni, vengono meno quando ci troviamo a scegliere dei capi di abbigliamento per sport outdoor, quegli sport che si fanno fuori di casa e generalmente a stretto contatto con la natura.

Qui, infatti, le regole sono piuttosto diverse rispetto ai normali capi di abbigliamento, e nel caso dei pantaloni bisogna prestare attenzione alla comodità ma soprattutto a questioni come impedire l'eccessiva sudorazione della pelle, da un lato, ma anche all'impermeabilità o alla resistenza all'abrasione (da rocce o da rovi). Insomma, i principi di scelta sono completamente diversi dal normale quando stiamo pensando ad uno sport outdoor, e in questo articolo cercheremo di capirli meglio.

La prima domanda che ci poniamo è: pantaloni lunghi o pantaloni corti? La risposta potrebbe sembrare quasi un controsenso, tra le due, perché se da un lato sarebbe meglio optare per i bermuda, per impedire l'eccessiva sudorazione, dall'altro dobbiamo pensare alla protezione. Pensare di sciare con i pantaloni corti (lo sci è uno sport outdoor) non è molto fattibile, perché in quel caso c'è il problema del freddo; stessa cosa vale nel caso dei pantaloni da caccia, piuttosto che dei pantaloni da trekking o da escursione.

Visto che avremo a che fare con la vegetazione, è sempre meglio indossare dei pantaloni protettivi, che assorbano i graffi e i tagli che potrebbero essere causati dalle spine degli arbusti oppure dalle stesse sporgenze rocciose. In generale, dunque, la scelta tra lunghi e corti dipende sempre dallo sport che facciamo; il consiglio è sempre quello di sceglierli lunghi, non corti, a meno che non si sia in un posto così sgombro (una pista ciclabile, ad esempio) da non aver sicuramente bisogno di alcuna protezione particolare. Altra cosa da tenere in considerazione è il materiale dei pantaloni, per tornare al problema dell'accumulo di calore dovuto all'attività fisica.

Nel caso di materiali sintetici, questi lasciano respirare, ma allo stesso tempo tendono ad essere più resistenti dei normali tessuti che, invece, hanno un effetto diverso. Diciamo che nelle gambe non abbiamo organi vitali, per cui il problema della traspirazione si ha molto di più nella parte superiore del corpo che in quella inferiore, e poi il sudore può sempre scendere dalle gambe per portarsi verso il basso, dove poi secca. In ogni caso, non bisogna mai sottovalutare che, comunque, stiamo svolgendo un'attività sportiva, e questo potrebbe essere determinante dal punto di vista del calore prodotto.

Insomma, anche se il sudore può scivolare, averne troppo accumulato soprattutto in certi punti, specialmente alle gambe, può essere fastidioso e renderci "impacciati" nei movimenti, per cui in generale è meglio scegliere un materiale traspirante. Tutto, chiaramente, va in relazione allo sport che andiamo a fare, ma è sempre importante prendere in considerazione questi consigli: un paio di pantaloni sbagliati potrebbero infatti significare, in certi casi, la compromissione dell'attività sportiva. E questo, per sport piuttosto lunghi (come le escursioni che durano più giorni) potrebbe rivelarsi un serio problema con cui convivere.

Un produttore di abbigliamento outdoor altamente specializzato è Beretta. Vi invitiamo a visitare il sito istituzionale Beretta e a visionare tutta la nuova collezione online. Sicuramente troverete quello che vi soddisfa per praticare al meglio il vostro sport outdoor del cuore.


BLOG gratuito - REGISTRATI!