BLOG gratuito - REGISTRATI!





Bonded seal
Bonded seal

Bonded seal, gli anelli di tenuta per i sistemi oleodinamici

L’oleodinamica è definita come una branca della fluidodinamica e basa il suo funzionamento sulla Legge di Pascal. La maggior parte dei processi industriali attuali funzionano seguendo la legge dei processi oleodinamici secondo i quali se un liquido viene sottoposto a una continua pressione è possibile che produca energia da sfruttare poi in vari modi.

Questo liquido è l’olio idraulico che è presente all’interno del circuito oleodinamico e viene praticato per la maggiore all’interno di industrie che hanno a disposizione solo piccoli macchinari dai quali vogliono ricavare molta energia. Per funzionare in modo efficiente ed efficace è necessario che il circuito oleodinamico sia dotato di guarnizioni in gomma di alta qualità. Sono proprio queste gomme oleodinamiche che evitano di far uscire l’olio idraulico durante il funzionamento di tutto il sistema. Ogni guarnizione oleodinamica è stata studiata appositamente per rispondere a esigenze specifiche.

Deve infatti presentare due caratteristiche principali: resistenza e tenuta, in quanto sono sempre sottoposte a continue pressioni e alte temperature. Solo aziende che sono specializzate nella produzione di guarnizioni oleodinamiche in gomma possono garantire tutti i requisiti di qualità. Tra gli anelli di tenuta ritroviamo le bonded seals, che rappresentano la migliore soluzione in caso di pressione molto elevata all’interno del circuito oleodinamico.

Le guarnizioni bonded seals sono degli anelli a tenuta statica che hanno la forma di una rondella: all’esterno sono realizzate in materiale metallico e dalla sezione con la forma rettangolare; all’interno invece vi è un vero e proprio anello in gomma dalla forma trapezoidale. È grazie alla struttura esterna in metallo che le bonded seals hanno una capacità di resistenza molto elevata resistendo alle continue pressioni del circuito oleodinamico che possono comportare anche la deformazione della gomma. Inoltre a seconda del fine di applicazione, si possono utilizzare varie tipologie di metallo e varie tipologie di elastomeri. Inoltre le bonded seals vengono utilizzate per garantire la tenuta all’interno di raccordi e flange.

In commercio se ne possono trovare di tre tipologie differenti che rispondono ad esigenze diverse: serie metrica, serie inglese e serie cetop. Oltre alle serie, le bonded seals differiscono anche per materiale e misure d è proprio da queste che dipende la pressione massima presentata da ciascuna guarnizione in gomma. In generale si può dire che una guarnizione di tenuta bonded seals possono garantire fino a 25 MPa di tenuta. Come funziona una guarnizione in gomma bonded seals? Quando la guarnizione in gomma si comprime, questa resiste e allo stesso tempo blocca la perdita di liquido oleodinamico verso l’esterno proteggendo il circuito dalla possibile entrata di agenti esterni come polvere e sporcizia.

Quali vantaggi presentano le bonded seals? In primis possiamo dire che:

- sono di facile assemblamento
- esercitano una tenuta più che sicura
- possono essere riutilizzate varie volte
- vi è un buon rapporto qualità prezzo se paragonato anche ai benefici che si ricavano
- sono disponibili in diversi materiali a seconda delle esigenze da soddisfare
- sono disponibili in diverse misure.


BLOG gratuito - REGISTRATI!