BLOG gratuito - REGISTRATI!





psicoterapia cognitivo-comportamentale
psicoterapia cognitivo-comportamentale

Psicoanalisi o psicoterapia cognitivo-comportamentale? Come scegliere il percorso più adatto

Sono davvero numerosi i disagi mentali in cui è possibile incorrere, disagi che necessitano dell'aiuto di un professionista della salute mentale che sia in grado di farci intraprendere un percorso di consapevolezza e di comprensione di sé che porti verso la guarigione e verso uno stato di benessere intenso. Così come numerosi sono i disagi mentali, altrettanto numerosi sono gli approcci che è possibile seguire per superarli.

Qual'è l'approccio migliore per la propria condizione? Difficile rispondere a questa domanda, la scelta di un percorso piuttosto che un altro è infatti davvero molto soggettiva. C'è però una distinzione importante che possiamo fare tra il percorso psicoanalitico e la psicoterapia cognitivo-comportamentale, due percorsi che permettono di ottenere effettivamente gli stessi risultati, ma che sono molto diversi in quanto al loro svolgimento.

La terapia psicoanalitica è la scelta ideale per tutti coloro che non hanno paura di intraprendere un lungo percorso e che desiderano andare alla ricerca di quali siano le cause profonde del disagio che provano. La psicoanalisi sonda insomma le dinamiche inconsce e si basa sull'interpretazione di sintomi, sogni, pensieri, un percorso che capite bene permette di arrivare a toccare la parte più profonda di se stessi e comporta una consapevolezza maggiore del proprio modo di essere.

La terapia cognitivo-comportamentale invece permette di ottenere dei risultati eccellenti in tempi davvero molto brevi. Questo genere di terapia non va a sondare le cause inconsce, va bensì a sondare quelle elaborazioni consce che sono legate al presente. Ciò che viene percepito come problematico nel qui ed ora viene insomma preso in considerazione da questa terapia.

Il percorso psicoanalitico può quindi essere considerato la scelta ideale per coloro che sanno di avere un problema radicato in profondità, una matassa complessa da districare che ha bisogno di tempo e di pazienza. Il percorso cognitivo-comportamentale invece è la scelta ideale per coloro che hanno dei problemi più immediati, vissuti nel presente, e che desiderano ottenere una soluzione in breve tempo. Queste distinzioni però sono approssimative, per avere maggiori informazioni e per capire quale sia il percorso più adatto per le proprie esigenze è necessario fare affidamento su un professionista del settore, su uno psicologo quindi o uno psicoterapeuta professionale.

Come riuscire a trovare un professionista? Semplice, oggi come oggi infatti è possibile andare alla ricerca di un professionista della salute mentale direttamente online. Grazie ad appositi portali internet infatti si ha a disposizione un vero e proprio database di psicoterapeuti, psicologi e psichiatri da contattare e tra cui scegliere il migliore. Un esempio è il portale www.psicologoaroma.net dove troverete professionisti di Roma suddivisi in aree e quartieri.


BLOG gratuito - REGISTRATI!