BLOG gratuito - REGISTRATI!





lavatrice domestica
lavatrice domestica

Come scegliere la vostra lavatrice domestica

La lavatrice è diventata ormai un elettrodomestico indispensabile all'interno di qualunque abitazione. Avere la possibilità di lavare senza fatica i capi di abbigliamento, i tappeti, le tende, le tovaglie e qualsiasi altro tessuto presente in casa, la rende un elemento insostituibile soprattutto per chi non ha tempo a disposizione per lavare a mano. Inoltre, il fatto che in molti modelli sia possibile programmare la partenza ritardata, consente alla lavatrice di operare in qualsiasi ora del giorno, anche quando in casa non è presente nessuno. Chi deve acquistare una nuova lavatrice dovrebbe tenere in considerazione alcuni aspetti essenziali, in modo che la scelta si riveli perfettamente in linea con le proprie esigenze.

Per chi non dispone di un locale adibito a lavanderia e si trova a dover inserire una lavatrice all'interno di un bagno di piccole dimensioni, la soluzione ideale è rappresentata dalle lavatrici slim, che si caratterizzano per la loro limitata profondità (si parla di circa 40 cm, in luogo dei classici 60 cm), oppure da una lavatrice carica dall'alto. Queste ultime, in particolare, sono perfette per chi, pur avendo poco spazio, ha una famiglia numerosa e, pertanto, deve potersi affidare ad un modello che permetta di lavare più di 5 kg di indumenti in una volta sola. Inoltre, una lavatrice carica dall'alto si estende in misura minore in larghezza, guadagnando ulteriore spazio. Un aspetto che non deve essere assolutamente trascurato è quello relativo al consumo energetico. La scelta di una lavatrice appartenente ad una determinata classe di energia in luogo di un'altra può avere un impatto importante sulla bolletta della luce. Ormai, è possibile trovare senza problemi anche lavatrici con carica dall'alto di classe A++. I modelli di classe inferiore consumano decisamente più energia per ogni ciclo di lavaggio.

Per quello che concerne la vaschetta nella quale caricare il detersivo e l'ammorbidente, sceglierla in acciaio inox, oppure in plastica; rispetto ai modelli in acciaio (solitamente ricoperti di porcellana) hanno il vantaggio di non arrugginire nel tempo. Per quanto riguarda i comandi, oltre a dover risultare facilmente leggibili, dovrebbero avere una grande facilità d'uso, oltre ad una disposizione ottimale e facilmente raggiungibile. Ultimamente, il mercato propone lavatrici dotate di comandi touchpad, un'alternativa tecnologica ai tradizionali quadranti destinata soprattutto ai più giovani. I touchpad sono sicuramente più versatili, come dimostra la possibilità di salvare dei programmi personalizzati.

Non sono pochi coloro che ritengono essenziale, per poter procedere alla scelta della lavatrice, il numero di giri riportati sul cartellino esposto. In questo ambito occorre ricordare come i modelli più economici proposti sul mercato presentino un minimo di 600 giri; nella fascia alta di mercato, invece, si arriva anche a modelli che offrono più di 1600 giri. Per ottenere dei buoni risultati è normalmente sufficiente acquistare un modello che garantisce circa 800 giri. Occorre, però, una precisazione in merito; le persone che sono solite asciugare i panni, una volta estratti dalla lavatrice, in un'asciugatrice, dovrebbero preferire una lavatrice carica dall'alto con un maggiore numero di giri. Questo, infatti, non richiederà alla stessa asciugatrice di eliminare una quantità elevata di acqua, con un evidente risparmio dal punto di vista energetico.


BLOG gratuito - REGISTRATI!