BLOG gratuito - REGISTRATI!





Amministratore di condominio
Amministratore di condominio

Amministratore di condominio: perché scegliere un amministratore esterno

Le amministrazioni condominiali sono tra i compiti più delicati da eseguire. Un condominio, nella sua complessità, deve essere gestito in maniera accorta e precisa, facendo sempre riferimento alla normativa vigente. Alcune regole possono cambiare con il tempo, per cui è molto importante affidarsi ad un amministratore che sia sempre aggiornato e di proporre tutte le iniziative necessarie per l'adempimento legislativo.

Inoltre, un professionista esterno è in grado di gestire tutte le controversie legate alle assemblee, momento in cui normalmente possono nascere piccoli conflitti. Vediamo ora quali sono i temi più problematici nella gestione delle amministrazioni comunali ed i motivi per cui vale la pena spendere parte dei fondi condominiali per un un amministratore esterno preparato. Molti degli attriti tra condomini nascono perché non esiste una figura esterna in grado di fare rispettare il regolamento. Che si tratti degli orari in cui è possibile fare rumore o del versamento mensile delle spese condominiali, è indispensabile che sia presente un professionista che abbia il compito di esigere da tutti una condotta corretta.

Da questo punto di vista un amministratore esterno è facilitato poiché si trova al di fuori delle dinamiche tra condomini e può dare un giudizio più oggettivo. Oltre alla quotidianità, la gestione di un condominio prevede anche una serie di interventi per la manutenzione ordinaria e straordinaria dell'edificio. Tra i compiti degli uffici per amministrazioni condominiali, c'è anche la proposta all'assemblea di diversi specialisti ed imprese. Un bravo amministratore condominiale propone diversi preventivi per la cura del verde o per la pulizia delle parti comuni, lasciando che siano i condomini a decidere a quale affidarsi.

Inoltre, sarà sempre l'amministratore condominiale a controllare che le imprese che operano presso il condominio siano in possesso di tutti i requisiti necessari, compresi quelli relativi alla sicurezza. Questo è un altro motivo per preferire un amministratore che abbia comprovate conoscenze e capacità in merito, al fine di evitare incidenti o danni successivamente imputabili alla negligenza del condominio. Chiaramente queste mansioni possono essere svolte al meglio solamente da una persona qualificata ed attenta nel controllo. Lo stesso discorso è applicato a tutti i casi di manutenzione straordinaria, come l'installazione di dispositivi antincendio. A questo proposito l'amministrazione condominiale assume un carattere anche più oneroso, poiché, come detto, la legislazione in materia è suscettibile a numerosi cambiamenti.

Pertanto è necessario da una parte rimanere aggiornati sulle nuove regole, e dall'altra prevedere sempre un fondo cassa adeguato a sostenere eventuali imprevisti in modo da non gravare eccessivamente sul budget familiare dei condomini. Tutti questi aspetti, se gestiti in maniera superficiale, possono creare grosse problematiche ai residenti nel condominio, sfociando addirittura in cause legali. A questo punto, chiarita la complessità insita nelle amministrazioni comunali, non resta che sapere individuare un bravo professionista, che si faccia carico di tutti questi aspetti previo compenso.

Anche gli amministratori condominiali esterni debbono rispettare delle regole ben precise, ed essere in possesso di particolari requisiti. A tal proposito è indispensabile che alcuni condomini si occupino di verificare questo aspetto, prima d'incaricare un professionista esterno. È, infatti, diritto e dovere dell'assemblea condominiale chiedere la certificazione necessaria allo svolgimento della mansione di amministratore condominiale.


BLOG gratuito - REGISTRATI!